FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Caserta, lite per un posteggio: 4 mortiSterminata famiglia,fermato poliziotto

Orrore a Trentola Ducenta: i cadaveri di quattro persone (tra cui un padre, una madre e il figlio) sono stati trovati nel loro appartamento. La lite per un posteggio

Caserta, lite per un posteggio: 4 mortiSterminata famiglia,fermato poliziotto

Quattro persone (tra cui un padre, una madre e il figlio) sono state trovate uccise in un'abitazione di Trentola Ducenta (Caserta). Il movente è da ricondurre a una lite per un posteggio auto che andava avanti da molto tempo tra i vicini. I militari hanno fermato un agente di polizia penitenziaria, che si è costituito dopo la strage. "Ho combinato un macello, ho ucciso i miei vicini", ha affermato Luciano Pezzella.

Caserta, lite per un posteggio: 4 mortiSterminata famiglia,fermato poliziotto

La lite per il posteggio di un furgone - Stando a una prima ricostruzione dei fatti, l'omicida era sceso di casa e ha iniziato a litigare con i vicini, una famiglia che gestisce un'impresa ortofrutticola, per un furgoncino parcheggiato dove secondo lui non doveva stare. E' poi salito nel suo appartamento, ha preso la pistola d'ordinanza, si è recato dai vicini, padre, madre e figlio, e ha fatto fuoco uccidendoli. La fidanzata di quest'ultimo si è salvata perché non era nell'appartamento, ma al piano di sopra del palazzo, al momento della sparatoria.

La quarta vittima è un cliente - Una volta in strada l'agente penitenziario ha ferito mortalmente un cliente, che era andato a comprare della frutta. L'assassino si è poi costituito nella caserma dei carabinieri di Aversa. Sembra che proprio il parcheggio del furgone fosse una costante causa di litigio tra l'agente penitenziario e le vittime. L'uomo è morto in ospedale per le gravi ferite riportate nella sparatoria.

I nomi delle vittime - Si chiama Luciano Pezzella di 49 anni l'agente di polizia penitenziaria arrestato per la strage di Trentola Ducenta. Le vittime sono invece Michele Verde, la moglie Vincenzina e il figlio Pietro (31 anni). Il quarto è Franco Pinestra che viveva a San Marcellino.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali