FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Aggredirono 15enne a Napoli: fermati membri baby gang, sono tutti minorenni

A metà gennaio pestarono un ragazzino vicino alla stazione della metropolitana di Chiaiano. Sono accusati di lesioni gravissime

Aggredirono 15enne a Napoli: fermati membri baby gang, sono tutti minorenni

Svolta nelle indagini sull'aggressione e il ferimento di Gaetano, il 15enne pestato nei pressi della stazione della metropolitana di Chiaiano, a Napoli, il 12 gennaio. La polizia ha fermato nove giovani, tutti minorenni: sono ritenuti responsabili, a vario titolo, dell'aggressione. Otto sono stati condotti in comunità, per uno è stata disposta la permanenza in casa. Al 15enne, che in seguito alle violenze subite fu operato d'urgenza, fu asportata la milza.

I provvedimenti restrittivi, nei quali si ipotizza il reato di lesioni gravissime, sono stati emessi dal Gip del tribunale dei minorenni di Napoli ed eseguiti dagli agenti dei commissariati di Scampia e Chiaiano. Il giorno dell'aggressione la vittima era in compagnia di due cugini, quando il branco è entrato in azione. I cugini sono riusciti a scappare, mentre il 15enne è rimasto in balia della violenza. Solo quando è riuscito a tornare a casa, a Melito (Napoli), ha iniziato ad accusare un dolore fortissimo, tanto che lo zio lo ha accompagnato all'ospedale di Giugliano, dove poi è stato operato d'urgenza.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali