FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Reggio Calabria, assenteismo nel polo sanitario: timbravano il cartellino e poi andavano al supermercato o in chiesa

Emesse 13 misure cautelari. Indagati altri 25 dipendenti dellʼAsp

Assenteismo alla sede di Taurianova dell'Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria: 13 le misure cautelari emesse nei confronti di altrettanti dipendenti della struttura. Indagate anche altre 25 persone. Anziché lavorare, timbravano il cartellino e poi andavano a giocare alle slot-machine, girovagavano per la città, sostavano in negozi a leggere il giornale, andavano al supermercato, prendevano parte ad eventi religiosi e funerari.

Le indagini sono state eseguite con intercettazioni, riprese video, servizi di osservazione, pedinamento e controllo e riscontri documentali Oltre all'assenza ingiustificata e reiterata nel tempo dal posto di lavoro, è stata rilevata anche l'inoperosità quotidiana di buona parte dei dipendenti che, in svariate occasioni, dopo aver timbrato, stazionavano per ore nell'atrio esterno del plesso dell'Asp.

 

L'indagine ha permesso inoltre di riscontrare che gli indagati, non solo non effettuavano le ore di servizio previste, ma addirittura attestavano falsamente l'effettuazione di straordinario, fino ad oltre 30 ore mensili. E' il caso ad esempio di una persona che, in orario pomeridiano, era solito giungere in tuta da ginnastica alla struttura Asp, dove consegnava il badge ad un collega compiacente che timbrava in sua vece, per poi dedicarsi ad attività sportiva.

 

Un ulteriore caso emerso nel corso delle indagini ha riguardato un indagato che durante la stagione estiva riusciva a farsi certificare, con la compiacenza del medico di base, una condizione di malattia, assentandosi in tal modo dal lavoro ufficialmente per motivi di salute, quando, in realtà, si trovava al mare a godersi una giornata di relax. Le condotte illecite sono risultate peraltro agevolate da modalità di gestione e certificazione della presenza quotidiana a lavoro presso la struttura del tutto inadeguate e connotate da allarmante superficialità.

 

"Furbetti" del cartellino nell'azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali