FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Gioia Tauro, un gatto entra in classe: il bidello lo uccide a bastonate davanti ai bambini

Lʼepisodio è avvenuto in una scuola elementare, gli alunni sono sotto shock. Il Garante dellʼInfanzia ha promesso che saranno presi provvedimenti

Gioia Tauro, un gatto entra in classe: il bidello lo uccide a bastonate davanti ai bambini

"Un gattino randagio è entrato in classe e il bidello, anziché cacciarlo, l'ha bastonato davanti ai bambini fino a fargli uscire il sangue dalla bocca. Poi l'ha lasciato morire dopo un'ora di agonia". Una scena raccapricciante vissuta dagli alunni di una scuola primaria di Gioia Tauro, descritta dalla delegata degli Animalisti Maria Antonia Catania. Il Garante dell'Infanzia assicura: "Prenderemo provvedimenti".

"E' una delle denunce più raccapriccianti mai ricevute nella mia carriera- afferma Antonio Marziale, Garante dell'Infanzia e Adolescenza della Calabria- Non riuscivo a credere a una cosa del genere e ho chiamato il dirigente della scuola, che ne era a conoscenza. Mi ha assicurato che il bidello sarebbe andato a scusarsi con gli alunni e avrebbe incontrato i genitori, ma non mi basta. Si tratta di un gesto gratuito e assassino, documentato fotograficamente dai ragazzini. Porterò la cosa all'attenzione dell'autorità giudiziaria e del ministro Bussetti". 
Il fatto è avvenuto nella scuola elementare "Eugenio Montale" di Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria. Emanuela Bignami, responsabile nazionale randagismo degli Animalisti, si scaglia anche contro i docenti: "Siamo in un luogo che dovrebbe essere d'insegnamento non solo delle materie scolastiche, ma di vita. I piccoli sono sotto shock, colpiti da una violenza efferata che l'insegnante non ha nemmeno provato a fermare. Servono pene molto più gravi per chi aggredisce gli animali". 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali