FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cosenza, donna incinta dimessa dall'ospedale: muore dopo pochi giorni

Niente da fare nemmeno per il feto. La Procura ha aperto unʼinchiesta e disposto lʼautopsia sul corpo della 34enne. Il ministro Speranza ha predisposto unʼispezione

La Procura di Cosenza ha aperto un'inchiesta sulla morte di M.C., una 34enne al sesto mesi di gravidanza deceduta nell'ospedale Annunziata insieme al bimbo che portava in grembo. L'inchiesta è partita dalla denuncia presentata alla polizia dal marito della donna, che ipotizza lacune nell'attività di assistenza alla moglie da parte del personale sanitario che ne ha gestito il percorso ospedaliero.

I magistrati sono fermamente intenzionati a verificare che non ci sia stata superficialità, o peggio ancora negligenza, nelle cure che sono state prestate alla donna e che tutti i protocolli siano stati rispettati. M.C., residente a Longobardi, un centro del Cosentino, è morta mentre era ricoverata nel reparto di ginecologia.

 

La donna si era presentata al pronto soccorso dell'Annunziata accusando forti dolori addominali. I medici, dopo averla visitata, ne avevano disposto le dimissioni ritenendo, evidentemente, che la donna non necessitasse di cure particolari.

 

La situazione si è però complicata in pochi giorni e la 34enne è tornata in ospedale accusando sempre e ancora più acuti dolori addominali. Si è provveduto allora a prestarle ulteriori cure e ad effettuare nuovi approfondimenti diagnostici, che però non sono serviti a nulla e la paziente è deceduta.

 

Inutile anche il tentativo di salvare la vita al bimbo che la donna aveva in grembo. I familiari, a quel punto, hanno chiesto l'intervento della magistratura, che ha aperto immediatamente un'inchiesta e ha disposto il sequestro della cartella clinica della donna e delle due salme, sulle quali ha disposto l'autopsia per accertare la causa della morte della 34enne e del figlio e accertare eventuali responsabilità da parte del personale sanitario.

 

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha annunciato l'invio di un'ispezione nell'ospedale. La vicenda della morte di M.C. e del figlio ha destato sgomento a Longobardi, una piccola comunità di poco più di 2mila abitanti dove la famiglia di M.C. era molto conosciuta.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali