FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

ʼndrangheta, colpo a una cosca vicina al clan Commisso: 14 fermi

Nella vasta operazione internazionale sono stati impiegati oltre 150 agenti. Perquisizioni anche in Liguria ed Emilia-Romagna

La polizia ha fermato 14 persone affiliate alla "'ndrina Muia", federata alla potente cosca Commisso di Siderno. Le accuse sono di associazione mafiosa transnazionale ed armata, porto e detenzione illegale di armi, trasferimento fraudolento di valori, esercizio abusivo del credito, usura e favoreggiamento personale. L'operazione, compiuta su scala internazionale, è coordinata dalla Dda di Reggio Calabria.

Gli investigatori hanno eseguito anche numerose perquisizioni in Calabria, Emilia-Romagna e Liguria. Nell'operazione sono stati impiegati oltre 150 agenti.

Riunioni all'estero per definire le strategie - Per la prima volta è stato documentato il modus operandi dell'organizzazione criminale. Un'articolazione della cosca Muià operante in Canada, riferibile alla locale di Siderno, è governata da un organismo (il "Crimine di Siderno") composto da più soggetti che, per preservare l'operatività rispetto ai problemi legati alla pressione investigativa operata contro la 'ndrangheta in Italia, è stato "abilitato" a riunirsi ed assumere decisioni anche in territorio estero.

Fermato un esponente dei Mancuso - La lotta alla 'ndrangheta è stata portata avanti dai carabinieri anche su un altro fronte. I militari dell'Arma di Tropea hanno infatti fermato due persone accusate in concorso di estorsione. In manette sono finiti un esponente apicale della famiglia di 'ndrangheta dei Mancuso e un suo complice.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali