FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Buttati via migliaia di litri di latte: la protesta dei pastori sardi per i prezzi bassi

Blitz in diverse parti dellʼIsola: sulla strada statale 131, all’altezza di Abbasanta, a Orani e ancora a Macomer

Migliaia di litri di latte versati a terra, cisterne e bidoni svuotati. È la protesta dei pastori sardi che, in questi ultimi giorni, hanno organizzato diversi blitz in tutta l’Isola: sulla strada statale 131 (all’altezza di Abbasanta), a Orani, nel Nuorese, e ancora a Macomer. Il malcontento è dovuto ai prezzi del latte: troppo bassi per coprire i costi di produzione. Pertanto, finché non sarà raggiunto un accordo i pastori continueranno a manifestare.

Bloccata la squadra del CagliariUn gruppo di allevatori si è presentato davanti ai cancelli del centro sportivo di Assemini, dove si allena la squadra di calcio del Cagliari, sistemando le auto davanti all'ingresso e chiedendo di parlare con i giocatori e con la società. Sul posto è intervenuta la polizia.

La protesta si estende in tutta l'IsolaSi estende a tutta la Sardegna la protesta dei pastori per il prezzo del latte e arriva al caseificio Pinna di Thiesi (Sassari), una delle più grandi industrie del settore caseario sardo. Centinaia di pastori hanno manifestato davanti allo stabilimento e agli uffici dell'azienda, scagliando il latte contro i muri perimetrali e le vetrate, sfondate da alcuni contestatori con dei bidoni da 50 litri svuotati poi all'interno degli uffici. Poco prima i pastori avevano bloccato una cisterna lungo la strada, a poche centinaia di metri dal caseificio, sversando sull'asfalto 30mila litri di latte. Sul posto ci sono polizia e carabinieri in assetto antisommossa.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali