FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bimba morta nel terremoto di Amatrice, il padre su Facebook: "Aiutatemi a ritrovare la medaglietta di Giulia"

Fabio Rinaldo è il padre della piccola deceduta a 8 anni, sotterrata dalla macerie provocate dal sisma del 2016, salvando la sorellina di 6. La Rete si è mobilitata in suo soccorso

Bimba morta nel terremoto di Amatrice, il padre su Facebook: "Aiutatemi a ritrovare la medaglietta di Giulia"

Ha perso la medaglietta della figlia morta nel terremoto di Amatrice nel 2016. Ora Fabio Rinaldo, 48 anni, autotrasportatore romano, chiede aiuto alla Rete: "Vi chiedo per favore oggi ho perso la madaglietta di Giulia. La indossavo da quando è diventata un angelo - spiega su Facebook -. Prego chiunque l'abbia trovata di contattarmi e di condividere il post il più possibile. Grazie mille". Il suo appello è stata condiviso oltre 25mila volte.

Fabio Rinaldo, che probabilmente ha perso la medaglietta facendo visita al cimitero, racconta: "Questa mattina ho fatto tappa ad Amatrice Terme di Cotilia Riano prima porta cimitero dal mio angioletto". E continua con i ringraziamenti: "Grazie di cuore a tutti che mi state aiutando". 

Gli utenti di Facebook hanno accolto con grande solidarietà l'appello dell'uomo condividendo oltre 25mila volte il suo post.

La storia della piccola Giulia Rinaldo aveva commosso tutt'Italia. La bimba di 8 anni dormiva insieme alla sorella Giorgia, di 6 anni, quando il sisma che ha colpito il Centro Italia nel 2016, ha sepolto le due sotto le macerie. Giulia era riuscita a salvare la sorellina più piccola facendole da scudo. Il suo corpicino fu trovato per primo dai soccorritori il 24 agosto 2016, sotto il quale c'era quello di Giorgia.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali