FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Teramo, trovato morto il presunto killer della dottoressa: lʼuomo si è strangolato con una fascetta di plastica

Enrico Di Luca era stato denunciato due volte per stalking. I due si sarebbero conosciuti nel 2005

Si è conclusa la caccia al killer di Ester Pasqualoni, la dottoressa 53enne uccisa a coltellate nel parcheggio dell'ospedale di Sant'Omero, in provincia di Teramo. L'uomo, Enrico Di Luca, 69 anni, è stato infatti trovato morto dagli investigatori in un appartamento a Martinsicuro: si è impiccato. Sarebbe lui, un ex investigatore privato, lo stalker che infastidiva da tempo l'oncologa.

Ester Pasqualoni avrebbe conosciuto il suo presunto omicida nel 2005. La dottoressa aveva presentato due denunce, ma erano state archiviate. Enrico Di Luca si sarebbe strangolato con una fascetta di plastica ed è stato trovato in un appartamento all'interno di un complesso di case di villeggiatura, in cui aveva abitato nel passato, ma dove sarebbe entrato violando la proprietà, forse usando un passepartout.

L'esposto presentato nel 2014 - Nel gennaio 2014 la donna presentò un esposto dicendo di temere per la propria incolumità. La dottoressa, secondo quanto appreso dall'Ansa, parlava di una "relazione di amicizia" con l'uomo, che andava avanti da circa dieci anni. Di Luca si era sempre "comportato bene", sino alla fine del 2013, quando Ester cominciò a ricevere messaggi insistenti. In alcune occasioni lo aveva trovato sotto casa e nei luoghi da lei frequentati. Nell'esposto non si parla di aggressioni o minacce ma di attenzioni insistenti e continue. La dottoressa aveva anche indicato dei testimoni, ascoltati dalla Polizia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali