FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

L'Aquila, ricattati per aver "frequentato" siti porno: chiesti 1.200 euro

Se i malcapitati non verseranno i soldi in un portafogli bitcoin, vedranno pubblicate in Rete loro foto personali in atteggiamenti hot

sesso online web internet porn porno revenge porn luci rosse telefonino smartphone telefonini
Italy Photo Press

Diverse persone, tra cui molte giovanissime, sono state ricattate via mail: se non avessero versato 1.200 euro su un portafoglio bitcoin, avrebbero visto pubblicate in Rete le loro foto personali in atteggiamenti hot.

È accaduto a Sulmona, in provincia de L'Aquila. Il ricatto è avvenuto a danno di assidui "frequentatori" di siti porno, che hanno denunciato l'accaduto alla polizia.

 

Il ricatto via mail - L'ultima denuncia, come riporta Il Centro, è stata presentata da un commerciante. "Sfortunatamente ho una cattiva notizia per te. Alcuni mesi fa sono riuscito ad accedere al dispositivo che usi per navigare su Internet. Da quel momento controllo la tua attività in rete", recita il messaggio recapitato via mail ai malcapitati.

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali