FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coltivò cannabis per curarsi, domiciliari al pianista Fabrizio Pellegrini: "Eʼ come tornare alla vita"

Il 47enne è malato di fibromialgia: per lui una vasta mobilitazione fino allʼannuncio di verifiche da parte del ministro Orlando

Fabrizio Pellegrini, il pianista di 47 anni malato di fibromialgia e finito in carcere a Chieti per aver coltivato piante di cannabis per curarsi, ha ottenuto gli arresti domiciliari. Lo annunciano i suoi legali. Per Pellegrini c'è stata una vasta mobilitazione fino all'annuncio di verifiche da parte del ministro della Giustizia, Andrea Orlando. "E' come tornare alla vita", ha commentato appena uscito dalla casa circondariale.

"Un provvedimento che gli salva la vita" - "Salutiamo con soddisfazione l'accoglimento del ricorso e la disposta scarcerazione: un provvedimento che gli salva la vita", ha commentato l'avvocato difensore Vincenzo Di Nanna. L'uscita di Pellegrini dalla struttura dovrebbe avvenire nelle prossime ore.

"Un caso emblematico" - "I vistosi ematomi e gli altri insostenibili sintomi che si sono manifestati in seguito all'interruzione della terapia - ha aggiunto il legale - hanno reso l'uscita dal carcere un passo obbligato non solo dal punto di vista legale, ma anche umano". "La magistratura ha saputo riconoscere la gravità della situazione e intervenire nel modo più adeguato. Ma fino a quando sarà la giustizia a dover riparare all'inadeguatezza della politica?", ha provocatoriamente domandato Di Nanna, parlando di "un caso emblematico delle contraddizioni del proibizionismo e dell'attuale quadro legislativo".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali