FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Prete sorpreso in auto con una bimba, il papà di lei: "Don Paolo era di famiglia"

Il sacerdote ha risposto alle domande durante lʼudienza di convalida rimarcando la sua versione: cʼerano stati altri contatti con la bambina in passato.

Prete sorpreso in auto con una bimba, il papà di lei: "Don Paolo era di famiglia"

"Quando i vicini sono venuti a chiamarmi raccontandomi cosa stesse succedendo, non ci credevo. Don Paolo era uno di famiglia". Così il papà della bambina di 10 anni abusata da un sacerdote a Calenzano, Firenze. Il prete è stato sorpreso seminudo in auto con la bimba da un residente della zona; don Paolo Glaentzer, 70 anni, è ora agli arresti domiciliari. Intanto il religioso ha risposto a tutte le domande durante l'udienza durata circa un'ora. Il 70enne avrebbe dato la sua versione dei fatti: c'erano stati altri contatti con la bambina in passato.

Il genitore della piccola (seguita da tempo dai servizi sociali nonostante abitasse con la famiglia), intervistato dal Corriere Fiorentino, commenta la vicenda: "Non era mai accaduto prima, altrimenti ce ne saremmo accorti". "Don Paolo - spiega ancora l'uomo, invalido - portava fuori i nostri figli con la sua auto e loro erano contenti. Nostra figlia si divertiva a fare un giro sulla macchina nuova. Credevamo di avere un amico, ma ha tradito la nostra fiducia. Lo conosciamo da vent'anni, da quando arrivò a Calenzano. Spesso veniva a cena a casa nostra, ci aiutava anche nelle faccende domestiche".

I PRECEDENTI - In realtà gli episodi di abuso nei confronti della bambina sarebbero stati diversi, come ammesso dallo stesso prete durante l'interrogatorio. I vicini della famiglia, riporta sempre il Corriere Fiorentino, nel tempo si sarebbero insospettiti delle frequenti visite del religioso, anche in orari serali, che spesso si concludevano con delle uscite in auto. "La nostra vita è piuttosto complicata, per questo per noi don Paolo era una benedizione", aggiunge ancora il papà della vittima.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali