FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Prof licenziato perché non segnalò un precedente penale, "spero nel reintegro"

La Rete si era mobilitata in favore del docente di Bergamo, Stefano Rho, mandato via per non aver dichiarato un reato di undici anni fa: quando fu sorpreso a orinare su un cespuglio. Il 25 marzo il giudice deciderà se reintegrarlo

Prof licenziato perché non segnalò un precedente penale, "spero nel reintegro"

"Spero di esser reintegrato, mi aspetto che vinca il buonsenso". Lo afferma, all'uscita del Tribunale di Bergamo, il prof licenziato per non aver dichiarato un precedente penale. Quale? Undici anni fa Stefano Rho fu sorpreso mentre orinava su un cespuglio e per questo motivo fu condannato penalmente a 200 euro di multa, che pagò, ma che nascose all'autorità scolastica. E per questo è stato mandato via. Il caso ha fatto indignare la Rete.

Molti tra studenti e docenti lo hanno sostenuto anche sui social, e hanno lanciato una petizione per cambiare l'epilogo di una storia grottesca. "Mi sento preda di un meccanismo, che ha trasformato un aspetto formale in qualcosa di sostanziale, andando veramente fuori misura". Non è mancato un pensiero per i suoi studenti: "Grande sostegno dai ragazzi, mi è stato molto d'aiuto. Le istituzioni? Non si è fatto vivo nessuno, direttamente e indirettamente".

Si va verso una conciliazione per il reintegro - Si va verso una conciliazione, dunque un accordo tra le parti, nel caso di Stefano Rho. L'Avvocatura di Stato, tramite il Miur, ha previsto una conciliazione. Il nodo da sciogliere è ora il reintegro del professore: la nuova udienza è fissata al 25 marzo e in quell'occasione si saprà cosa il giudice avrà deciso. Il ministero dell'Istruzione, università e ricerca si è alla fine costituito parte civile.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali