FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Pavia, vigile del fuoco volontario appiccava incendi: "Mi annoiavo"

Lʼuomo è stato denunciato dalla Procura della Repubblica: "Voleva imitare i suoi idoli di una serie televisiva statunitense"

Pavia, vigile del fuoco volontario appiccava incendi: "Mi annoiavo"

Un vigile del fuoco volontario che appiccava incendi è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Pavia, per i reati di incendio doloso e truffa aggravata. P.M., nato a Novara, agli inquirenti ha detto che si annoiava dell'incarico e voleva imitare i suoi idoli di una serie televisiva statunitense. Per tale motivo appiccava incendi ai danni di cassonetti dei rifiuti e sterpaglie, per poi intervenmire per primo.

I carabinieri, di fronte a roghi concentrati in una zona circoscritta, avevano notato che a intervenire sul posto per primo era sempre lo stesso pompiere volontario. L'uomo, 28 anni, avrebbe innescato oltre dieci focolai tra 2014 e 2017.

Incastrato dalle telecamere - Le indagini hanno registrato una svolta grazie alle immagini riprese da alcune telecamere posizionate nei pressi delle "aree di stoccaggio dei rifiuti" colpite. I filmati mostrano il vigile del fuoco mentre appiccava il fuoco, per raggiungere subito dopo il proprio comando e così essere il primo a ricevere la chiamata e dare il "via" operativo all'intervento della squadra. Proprio questa "opportunità", in particolare il "brivido" di poter giungere sul posto con le sirene "spiegate", era l'obiettivo del giovane piromane.

"La Lomellina è senza boschi, non c'erano mai incendi" - Lo stesso vigile del fuoco infatti, ai militari che gli contestavano le prove raccolte a suo carico, si è giustificato dicendo che aveva trovato l'incarico "noioso" in quanto, nella pianeggiante Lomellina, coltivata a riso e quindi quasi priva di boschi, capitava di rado di dover intervenire operativamente. Dopo essere stato scoperto e aver confessato le malefatte, il pompiere piromane si è dimesso spontaneamente dall'incarico.

Una piromane 42enne sorpresa a RomaCon l'intensificazione dell'attività di prevenzione e contrasto degli incendi boschivi, i carabinieri di Bellegra e di Affile, in provincia di Roma, hanno arrestato una 42enne del luogo, sorpresa in flagrante mentre appiccava un incendio a delle sterpaglie di un terreno incolto, limitrofo al bosco in località Fontana Fresca. La donna è stata notata da alcuni cittadini che hanno immediatamente chiamato il 112, segnalandola mentre si aggirava con fare sospetto e con in mano alcuni stracci. I militari, giunti sul posto in pochi minuti, sono riusciti a rintracciare la 42enne, all'interno di un'abitazione confinante. Nel frattempo le fiamme sono state spente con mezzi di fortuna reperiti da alcuni cittadini. L'arrestata è stata accompagnata in caserma e successivamente sottoposta agli arresti domiciliari. Dovrà rispondere dell'accusa di incendio boschivo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali