FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Aggressione Milano, Hosni "terrorista in maturazione": arruolato da un libico?

Gli investigatori non escludono che il continuo girovagare in stazione del 20enne fosse una specie di "trappola" per gli agenti

Inquirenti e investigatori che indagano su Ismail Hosni, il 20enne che ha accoltellato due soldati e un agente alla stazione Centrale di Milano, stanno facendo accertamenti sulle persone che frequentava. In particolare, emergerebbe la figura di un libico arrestato con lui per spaccio a dicembre e che lo avrebbe guidato nella radicalizzazione. Per la Digos, sarebbe stato il libico a indottrinare Hosni, indirizzandone la rabbia verso il "nemico Occidentale".

Hosni, una vita da vagabondo: dormiva in un furgone a Quarto Oggiaro

Coltelli rubati in un supermarket - Uno dei punti interrogativi dell'inchiesta, coordinata dai pm Alberto Nobili e Alessandro Gobbis dell'antiterrorismo milanese e dalla collega Maura Ripamonti, passa per quella reazione sproporzionata che il 20enne ha avuto durante il controllo della pattuglia mista: ha tirato fuori dalle tasche della felpa due coltelli da cucina e ha cominciato a colpire. Quei coltelli, avrebbe detto Hosni, erano stati rubati dal ragazzo solo poco prima, segno che qualcosa stava maturando nella sua testa.

La "trappola" per gli agenti - Si sta cercando dunque di verificare se quella reazione possa essere stata dettata da una svolta estremista, forse quasi da "terrorista in maturazione", degli ultimi mesi, quando ha iniziato a farsi crescere la barba e a vestire in modo più anonimo. Gli investigatori non escludono che quel suo continuo girovagare in stazione fosse una specie di "trappola" per gli agenti. Accertamenti anche sul suo profilo Facebook, che contiene video inneggianti all'Isis.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali