FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Incidente di caccia, muore 38enne

La tragedia nel Parco del Veio in Provincia di Roma. I due amici che erano con la vittima sono stati fermati con con l'accusa di omicidio colposo e omissione di soccorso

- Un 38enne è stato ucciso con due colpi di fucile al petto all'alba nel Parco del Veio, in Provincia di Roma. A quanto pare si tratta di un incidente di caccia: a sparare sarebbe stato un altro cacciatore, un 55enne. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Ostia.

Incidente di caccia, muore 38enne

La vittima, Andrea Pulerà, è giunta all'ospedale di Ostia in condizioni disperate intorno alle quattro di notte, accompagnato da un 55enne e un 40enne compagni di caccia, uno dei quali presunto responsabile dell'incidente. Inutili gli sforzi dei medici, Pulerà è deceduto poco dopo l'arrivo al pronto soccorso.

La ricostruzione dell'incidente - I due uomini, cacciatori da diversi anni, si erano recati nel parco per trascorrere la notte a caccia, in compagnia di Pulerà che voleva avvicinarsi all'attività sportiva. Nel corso della battuta, il 55enne, rimasto isolato e appostato tra gli alberi, colto dallo spavento per uno strano movimento e temendo che si potesse trattare di un animale, avrebbe esploso con il suo fucile, in direzione di un cespuglio, un colpo "a pallettoni". Tra i rovi, a rimanere ferito, Pulerà.

Fatali i ritardi nei soccorsi, arrestati amici - I ritardi nei soccorsi sarebbero stati fatali a Pulerà: proprio per questo i carabinieri stanno indagando per capire perché i due compagni di caccia abbiano accompagnato l'amico all'ospedale Grassi di Ostia e non abbiano invece scelto il più vicino Sant'Andrea. I due cacciatori inoltre, prima di recarsi al pronto soccorso, sarebbero passati dall'abitazione di uno dei due per disfarsi del fucile. I due uomini sono stati arrestati con le accuse di omicidio colposo e di omissione di soccorso.

TAG:
Parco del veio
Roma