FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

"Salva banche", pensionato perde tutti i suoi risparmi e si toglie la vita a Civitavecchia

Lʼuomo ha deciso di impiccarsi alla scala della sua villetta. Nel computer la lettera dʼaddio con accuse allʼistituto. La moglie: "Andrò avanti se ce la farò"

"Salva banche", pensionato perde tutti i suoi risparmi e si toglie la vita a Civitavecchia

Con il fallimento della sua banca, una delle quattro "soccorse" dal decreto Salva Banche, ha visto i risparmi di una vita andare in fumo. Luigino D'Angelo, un pensionato 68enne di Civitavecchia, non ha retto al colpo ed ha deciso di farla finita impiccandosi alla scala della sua villetta. Le sue ultime parole, per spiegare il gesto, le ha lasciate scritte nel computer. Il messaggio è stato ritrovato dalla moglie.

"Salva banche", pensionato perde tutti i suoi risparmi e si toglie la vita a Civitavecchia

Della tragedia, avvenuta il 28 novembre ma di cui solo ora si è avuta notizia, si sono interessate anche le associazioni di consumatori Adusbef e Federconsumatori che hanno espresso le condoglianze per la tragedia che ha colpito "un risparmiatore di Civitavecchia che si è suicidato dopo aver appreso di aver perso i risparmi di una vita investiti nella Banca Popolare dell'Etruria e Lazio, oggetto dell'esproprio criminale del risparmio anticipato del bail-in".

Le associazioni hanno chiesto al procuratore capo di Civitavecchia di aprire un'indagine per verificare se il decreto sulla risoluzione delle 4 banche sia "compatibile con le norme penali e con la Costituzione".

La moglie: "Non so se riuscirò ad andare avanti" - "Andrò avanti? Se ce la farò sì". Così la moglie del pensionato che si è suicidato ai giornalisti assiepati all'esterno del loro villino dove il marito è stato trovato impiccato il 28 novembre.

D'Angelo avrebbe perso 100mila euro
- Secondo alcune ricostruzioni, fatte dai media locali, D'Angelo avrebbe perso oltre 100mila euro investiti in obbligazioni subordinate della banca con sede ad Arezzo. Inoltre, nel suo computer sarebbe stata trovata una lettera in cui il pensionato spiega le ragioni del gesto: un atto d'accusa contro l'istituto per l'alto rischio degli investimenti consigliati.

E proprio i titolari di obbligazioni subordinate di Banca Etruria si sono riuniti mercoledì presso la Borsa merci di Arezzo: "Avete salvato le banche, avete inguaiato noi", lo sconsolato ritornello ripetuto da diverse persone.

La Cei: "Suicidio faccia riflettere" - "Speriamo che questo faccia riflettere un po' tutti quanti noi a non misurare la vita e il progresso della civiltà soltanto col Pil o le percentuali dei soldi. Speriamo di no". Così il segretario generale della Conferenza episcopale italiana, monsignor Nunzio Galantino, commenta la vicenda del suicidio del pensionato di Civitavecchia dopo il fallimento di Banca Etruria.

Salvini attacca: "E' un suicidio di Stato" - Il leader leghista Matteo Salvini ha commentato su Facebook l'accaduto. "Pensionato suicida a Civitavecchia perché, per colpa di Banca Etruria e di un governo assente, aveva perso i risparmi di una vita. Un suicido di Stato", si legge nel post in cui il segretario del Carroccio parla dei "risparmiatori fregati da Banca Etruria, dall'Europa e dal governo".

Pensionato suicida a Civitavecchia perché, per colpa di Banca Etruria e di un governo assente, aveva perso i risparmi di...

Posted by Matteo Salvini on Mercoledì 9 dicembre 2015

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali