FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Delitto Vasto, ora la procura pensa a un complice per Di Lello

Si cerca qualcuno che lo abbia avvertito della presenza di DʼElisa al drink bar, dove poi si è consumata la tragedia

I genitori di Fabio Di Lello sapevano di avere un figlio che non riusciva a riprendersi dalla morte della moglie Roberta, morta in un incidente stradale a Vasto provocato dal 21enne Italo D'Elisa. Intanto sul fronte delle indagini, la procura procede per omicidio volontario con premeditazione: vuole verificare se il giorno dell'omicidio Di Lello abbia avuto un complice, qualcuno che lo abbia avvertito della presenza di D'Elisa al bar.

Lunedì è previsto l'incidente probatorio sul computer e sui tabulati telefonici di Di Lello. Il presunto istigatore rischia il concorso in omicidio.

"Due giorni prima del delitto avevo chiesto che fosse ricoverato - racconta la madre - ma la dottoressa mi ha detto che era possibile solo se lo chiedeva lui. Roberta era incinta, volevano annunciarlo il 2 luglio, pare che la giovane coppia avesse preparato una festa per dirlo a tutti i parenti e gli amici". I genitori non sapevano della pistola e ora pensano che qualcuno, visto lo stato psicologico del figlio in cura da tre medici, avrebbe dovuto toglierli il porto d'armi che lui possedeva per il tiro sportivo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali