FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Cronaca >
  • Le vittime dei preti pedofili mandano un video al Papa: "Vogliamo giustizia"

Le vittime dei preti pedofili mandano un video al Papa: "Vogliamo giustizia"

Nel filmato di Rete l'Abuso parlano decine di uomini e donne che hanno subito gli abusi sessuali, poi emersi negli ultimi anni, quando erano ancora minorenni

- L'associazione Rete l'Abuso ha annunciato di aver inviato a Papa Francesco un video con un appello di alcune vittime di pedofilia per chiedere "giustizia" per chi ha subito abusi da parte del clero. Nel filmato parlano decine di uomini e donne che hanno subito gli abusi sessuali, poi emersi negli ultimi anni, quando erano ancora minorenni.

In particolare, sono presenti le testimonianze di otto sordomuti del Provolo di Verona, che hanno fatto una conferenza stampa a Roma per denunciare che non sono mai stati risarciti: per la legge italiana i reati commessi erano gia' prescritti. La Rete l'Abuso non è nuova a denunce di pedofilia del clero: già a marzo del 2013 aveva lanciato una petizione online dal titolo "Chiediamo al nuovo Papa misure concrete, subito!", inserendo tra le priorità "la sicurezza dei bambini". E a febbraio di quest'anno ha chiesto al Vaticano di aprire gli archivi diocesani e vaticani dei preti responsabili di abusi sessuali e di consegnare gli elenchi alla magistratura.

Sul proprio sito, la Rete ha pubblicato una sezione dove è possibile trovare l'elenco dei preti giudicati colpevoli in via definitiva regione per regione. "La lista - spiegano i promotori dell'iniziativa contiene i nomi di 148 sacerdoti condannati dal 2000 ad oggi. Riteniamo che aver reso pubblica la lista sia utile per tutti i genitori che vogliono proteggere i loro figli da questi sacerdoti. Ma riteniamo che non sia sufficiente. Crediamo che per la protezione dei minori ci sia ancora molto lavoro da fare. Noi siamo ancora qui e chiediamo al Papa di ascoltarci".

TAG:
Papa francesco
Rete l'abuso