FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Weekend di sangue sulle strade italiane: sette morti in due gravi incidenti

Tra le vittime anche un bambino di otto anni

Weekend di sangue sulle strade italiane: sette morti in due gravi incidenti

L'ultimo fine settimana di giugno si conclude con un un tragico bilancio stradale: due gravi incidenti, uno in Calabria e l'altro in Sicilia, hanno provocato la morte di sette persone. Nel primo scontro, lungo l'autostrada Salerno-Reggio Calabria, hanno perso la vita quattro passeggeri, tra cui un bambino di otto anni, mentre il secondo, con tre morti, si è verificato sulla strada statale 194, detta "Ragusana", all'altezza di Lentini (provincia di Siracusa).

Il primo incidenteè quello che si è registrato sull'autostrada Salerno-Reggio, tra gli svincoli di Laino Borgo e Mormanno, nella galleria "Jannello", interessata in questo periodo da lavori e per questo a doppio senso di circolazione su un'unica carreggiata. Elemento questo che, a prescindere dalle responsabilità dei singoli conducenti, è alla base dell'impatto tra le due auto coinvolte, che si sono scontrate frontalmente.

Due delle quattro vittime dell'incidente avvenuto in Calabria erano di Pomigliano d'Arco (Napoli) e viaggiavano a bordo di una Renault. Si tratta di Raffaele La Rocca, di 40 anni, e del figlio Luigi, di 8 anni. Sulla vettura si trovava anche la moglie di La Rocca, Antonietta Dentino, di 37 anni, ricoverata in gravi condizioni nell'ospedale di Cosenza, e le altre due figlie della coppia, una di quattro anni e l'altra di 12, anche loro ricoverate a Cosenza.

Le altre due persone decedute nell'incidente, che viaggiavano su una Suzuky, sono Santo Moschella, di 85 anni, e Olga Brancone, di 83, residenti a Genova. La ferita le cui condizioni suscitano maggiore preoccupazione è Antonietta Delfino, ricoverata con riserva della prognosi.

Nel secondo incidente che si è verificato sulla Strada Provinciale "Ragusana" hanno perso la vita Simone Gulino e Giorgio Licitra, di 27 e 34 anni, di Ragusa, che lavoravano in una pizzeria, e Mirko Mezzapesa, di 43 anni di Lentini, dipendente di un'agenzia di assicurazioni. Le auto coinvolte nell'incidente sono una Bmw320, guidata da Mezzapesa, che stava rientrando a Lentini, che si è scontrata frontalmente con un'Alfa Gt a bordo della quale c'erano i due ragusani, diretti a Catania.

A causa probabilmente dell'alta velocità, la Bmw ha fatto un volo di circa 4 metri, oltrepassando il guard rail e finendo sul terreno sottostante, dove ha preso fuoco. Il conducente è stato sbalzato fuori ed è morto sul colpo. L'impatto è stato fatale pure per Gulino e Licitra, anche loro deceduti sul colpo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali