FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Venezia, 29enne chiede paghetta di 900 euro al mese al papà ma perde la causa

Precedentemente il giovane aveva ottenuto già un assegno mensile di 300 euro, ma il giudice ora glielʼha revocato

Venezia, 29enne chiede paghetta di 900 euro al mese al papà ma perde la causa

Secondo un ventinovenne di Fiesso (Venezia) gli spettavano di diritto i 900 euro al mese chiesti al padre, ricco imprenditore quasi novantennetanto da decidere, dinanzi al suo rifiuto, di portare la questione davanti a un giudice. Ma il tribunale di Padova ha dato ragione all'anziano genitore, secondo cui il ragazzo a quasi trent'anni avrebbe dovuto mantenersi da solo.

Le beghe legali tra padre e figlio in realtà erano iniziate anni prima, precisamente nel 2014, quando l'allora venticinquenne aveva chiesto 230mila euro per pagare, a suo dire, studi universitari e master. Decisa la risposta del genitore che non intendeva pagare una simile somma. La discussione era proseguita in presenza degli avvocati e si era conclusa con una vittoria solo parziale del giovane, che aveva ottenuto solo una piccola parte della cifra richiesta: un assegno mensile di 300 euro.

Troppo poco evidentemente per il ragazzo, che ha avviato una seconda battaglia legale perchè quei 300 euro si triplicassero, ottenendo in risposta, in realtà, la revoca anche della prima paghetta.

“Dopo 4 anni la giustizia ha riconosciuto il buon diritto del padre a vedere il proprio figlio che provvede in modo autonomo a se stesso - ha dichiarato soddisfatto Stefano Marrone, legale dell'imprenditore - Un figlio di 29 anni ha il dovere di rimboccarsi le maniche senza gravare ancora sui genitori”.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali