FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Delitto Conegliano, uccide lʼex incinta e vende i gioielli per giocare ai videopoker

Arrestato il 19enne Mihail Savciuc che aveva continuato a frequentare la scuola come se nulla fosse. La polizia: "Nessun pentimento, crudeltà efferata"

Delitto Conegliano, uccide l'ex incinta e vende i gioielli per giocare ai videopoker

Non accettava la gravidanza dell'ex fidanzata, che gli chiedeva di riconoscere il bambino, e il rifiuto che lei aveva opposto alla proposta di abortire. Per questo, durante una lite, il 19enne Mihail Savciuc ha ucciso Irina Bacal, di 20 anni, causando la morte anche del bimbo che la ragazza aveva in grembo. Poi ha nascosto il corpo, venduto la collanina che le aveva strappato dal collo e giocato al videopoker i 100 euro ricavati. Questi gli agghiaccianti particolari del delitto di Conegliano (Treviso).

Come riporta La Tribuna di Treviso, dopo l'efferato delitto, il 19enne, di origini moldave come la vittima, aveva continuato a frequentare le lezioni all'Ipsia Pittoni come se nulla fosse. E' stato il negoziante del ComproOro a cui aveva venduto i gioielli, che aveva regolarmente registrato le generalità dell'acquirente, a riconoscere gli oggetti nelle fotografie della ragazza fornite dalla madre al commissariato di Conegliano e a consentire agli investigatori di andare praticamente a colpo sicuro.

Il ragazzo ha cercato invano di negare, poi si è contraddetto e alla fine, dopo quasi 8 ore di interrogatorio, ha confessato. "L'ho colpita con un sasso, più volte, poi l'ho soffocata", ha ammesso ai poliziotti guidandoli poi sul luogo dove aveva occultato il cadavere. Davanti al sostituto procuratore Mihail ha ripercorso tutto l'omicidio senza indugi o pianti. Nessun pentimento per quanto fatto, nessun rimorso per tanta crudeltà. Ora è nel carcere di Treviso.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali