FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Vatileaks 2, la sentenza di condanna diventa esecutiva: arrestato monsignor Lucio Vallejo Balda

Imputato per la fuga di notizie e documenti riservati dalla Santa Sede, il "corvo" si trova nella cella della Gendarmeria del Vaticano

Vatileaks 2, la sentenza di condanna diventa esecutiva: arrestato monsignor Lucio Vallejo Balda

La sentenza pronunciata il 7 luglio dal Tribunale vaticano al termine del processo "Vatileaks 2" per la fuga di notizie e di documenti riservati dalla Santa Sede è diventata esecutiva. Il 22 agosto, trascorsi i 45 giorni previsti affinché la condanna passasse in giudicato, l'imputato spagnolo monsignor Lucio Vallejo Balda, condannato a 18 mesi di reclusione, è stato quindi arrestato. Ora è detenuto in Vaticano, nella cella della Gendarmeria.

Il 7 luglio, al termine di un processo durato 21 udienze nell'arco di sette mesi e mezzo, il Tribunale vaticano aveva condannato, rispettivamente a 18 e dieci mesi di reclusione, i due "corvi", mons. Lucio Vallejo Balda e Francesca Immacolata Chaouqui, entrambi ex componenti della Commissione Cosea sulle finanze vaticane.

Per la Chaouqui la pena è stata sospesa per cinque anni. Assolto con formula piena, invece, il loro ex collaboratore Nicola Maio. Prosciolti infine per "difetto di giurisdizione" del Tribunale d'Oltretevere i due giornalisti Gianluigi Nuzzi e Emiliano Fittipaldi, autori dei bestseller "Via Crucis" e "Avarizia", che secondo le accuse avevano avuto i documenti riservati.

Nessuno degli imputati ha proposto appello contro la sentenza. Così ha fatto anche l'Ufficio del promotore di giustizia. Trascorsi 45 giorni, quindi, la sentenza è passata in giudicato, diventando esecutiva. Mons. Vallejo, già segretario della Prefettura degli Affari economici della Santa Sede, arrestato il primo novembre dello scorso anno nell'ambito dell'inchiesta e negli ultimi tempi in stato di semilibertà, è stato quindi arrestato, lunedì 22 agosto, ai fini della pena residua ancora da scontare. Le motivazioni della sentenza saranno depositate prossimamente.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali