FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bufera procure, pg Fuzio indagato a Perugia per lʼincontro con Palamara

Lʼipotesi di reato sarebbe rivelazione di segreto dʼufficio

Il procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Perugia. L'ipotesi di reato sarebbe rivelazione di segreto d'ufficio. E si riferirebbe all'incontro tra Fuzio e il pm romano Luca Palamara, indagato dalla procura di Perugia per corruzione.

Giovedì Fuzio si era recato al Quirinale dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per comunicargli la propria decisione di essere collocato a riposo anticipato, indicando come data il 20 novembre. In giornata sono partite diverse denunce contro il procuratore generale della Cassazione, da parte, tra gli altri, dei procuratori di Rimini, Davide Ercolani e Luca Bertuzzi, e del sostituto procuratore di Padova, Sergio Dini.

Negli atti i magistrati scrivono di aver appreso dalla stampa delle conversazioni tra Fuzio e l'ex consigliere Csm Luca Palamara, indagato per corruzione. "Emergerebbe che l'Alto Magistrato avrebbe discusso con Palamara di una indagine a suo carico aperta dalla Procura di Perugia, e che gli avrebbe rivelato alcuni atti di detta indagine", hanno scritto gli autori degli esposti.

Lotti: "Nel Pd 2 pesi e 2 misure" - "Qualcuno, anche chi ha chiesto un mio passo indietro, ha detto che si tratta solo di una questione di opportunità politica. Dispiace constatare che quando membri del nostro partito hanno organizzato comitati per No al referendum costituzionale il livello di inopportunità politica aveva parametri diversi! Così come dispiace vedere che in altri casi ci siano stati due pesi e due misure". Lo ha detto Luca Lotti aprendo a Montecatini Terme (Pistoia), la prima riunione di Base riformista.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali