FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tutela del diritto d'autore anche sul digitale: due nuove vittorie di Mediaset contro la pirateria online

Condannati a risarcimenti il portale francese Dailymotion e quello americano Veoh

mediaset cologno
lapresse

Si chiude una settimana cruciale per la tutela dei diritti degli editori italiani su tutte le piattaforme, digitale incluso. Sono due infatti le vittorie legali conseguite da Mediaset: Caso Dailymotion e Caso Veoh.

Caso Dailymotion - Il portale francese Dailymotion è stato condannato dal Tribunale di Roma a risarcire Mediaset con oltre 22 milioni di euro per la pubblicazione di 15.000 video tratti da programmi Mediaset caricati illecitamente per un totale di 30.000 minuti di visione. In più, la sentenza ha disposto una penale di 1.000 euro al giorno per ogni ulteriore diffusione illecita dei brani oggetto del giudizio, 85.000 euro di spese oltre all’ordine di pubblicazione della sentenza sulle testate “Corriere della Sera” e “Sole 24 Ore”. La sentenza ha confermato tutti i principi giuridici circa la responsabilità di Dailymotion già espressi in una precedente sentenza del luglio 2019 dallo stesso Tribunale di Roma

 

Caso Veoh - Anche il portale americano Veoh (al tempo dei fatti gestito dalla Qlipso Inc.) è stato condannato a risarcire Mediaset per oltre 3,3 milioni di euro e 60.000 euro di spese. Anche in questo caso è stata disposta una penale per 1.000 euro per ogni violazione oltre al diritto alla pubblicazione della sentenza su testate giornalistiche “Corriere della Sera” e “Sole 24 Ore”.

 

Si tratta di due disposizioni cruciali emesse in un solo giorno che si inseriscono nel solco della consolidata giurisprudenza nazionale e comunitaria orientata a tutelare il lavoro degli editori, aggrediti dalle forme più diverse di pirateria online. Un fenomeno che distrugge valore economico e posti di lavoro nelle aziende giornalistico-editoriali.

 

Studio Previti ha assistito RTI davanti al Tribunale delle Imprese di Roma nelle due vittoriose cause. Il primo procedimento è stato seguito dal team guidato dagli avvocati Stefano Previti e Alessandro La Rosa, nel secondo procedimento al team si è aggiunto Vincenzo Colarocco. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali