FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Trapani, bastona un gatto e arriva una condanna record: 4 mesi di reclusione

Lʼuomo, un operatore marittimo, è stato denunciato dai vicini: si è giustificato dicendo di non aver colpito lʼanimale, ma non è stato creduto. Eʼ la pena più alta inflitta per maltrattamenti di animali

Trapani, bastona un gatto e arriva una condanna record:  4 mesi di reclusione

Una bastonata al gatto gli è costata una condanna di 4 mesi di reclusione: è accaduto a Trapani ed è la pena più alta mai inflitta in Italia per un caso di maltrattamento di animale. L'uomo, un operatore marittimo di 62 anni, è stato denunciato dai vicini: si è difeso dicendo di avere solo sbattuto la scopa a terra per fare fuggire l'animale, ma il giudice non gli ha creduto. Non solo. Gli ha anche inflitto una condanna più alta di quanto aveva chiesto l'accusa, che si era limitata a proporre due mesi di reclusione.

La sentenza è del giudice monocratico di Trapani Rossana Cicorella: stando alle testimonianze dei vicini l'uomo ha colpito il micio, che si era accovacciato in una cesta con il bucato appena lavato e aveva lasciato anche degli escrementi per lo spavento. L'operatore marittimo, invece, sosteneva di essersi limitato a dare un colpo a terra per scacciarlo. "Giustificazione" inutile: condanna senza attenuanti, con la sola sospensione condizionale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali