FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Prato, ebbe figlio con 15enne: insegnante condannata anche in Appello, marito assolto

La donna 34enne, condannata per atti sessuali e violenza sessuale per induzione su minore, ha avuto solo una riduzione di pena di 15 giorni sui 6 anni e 6 mesi inflitti dal tribunale

La Corte di Appello di Firenze ha confermato nella sostanza la sentenza di primo grado di condanna per la donna di Prato che ebbe un figlio da un 15enne a cui dava lezioni private di inglese.

La donna, oggi 34enne, condannata per

atti sessuali e violenza sessuale per induzione su minore

, ha avuto solo una riduzione di pena di 15 giorni sui sei anni e sei mesi inflitti dal tribunale. Ciò riguardo a un'accusa di violazione di domicilio per una visita compiuta a casa del minore all'epoca dei fatti. La Corte, invece, ha

ribaltato la posizione del marito

, che si era attribuito la paternità del neonato: l'uomo è stato

assolto con formula piena.

 


Nel giugno del 2021, infatti, il marito della donna era stato condannato dal Tribunale di Prato a un anno e otto mesi, per essersi attribuito la paternità del bimbo nonostante sapesse, secondo l'accusa, che sua moglie l'avesse concepito con il giovane studente. 


 



 



Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali