FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Circe della Versilia", morta ad Arezzo Maria Luigia Redoli

Con il suo giovanissimo amante, nel 1989 uccise a coltellate il marito, Luciano Iacopi. Per lʼomicidio ha scontato 24 anni di carcere

E' morta lunedì all'ospedale di Arezzo, dove viveva da qualche tempo, Maria Luigia Redoli, 80 anni, la cosiddetta "Circe della Versilia". Aveva scontato 24 anni di carcere per l'omicidio del marito Luciano Iacopi, ucciso nel garage di casa con 17 coltellate la sera del 17 luglio 1989, insieme al suo giovane amante Carlo Cappelletti, ex carabiniere a cavallo che all'epoca aveva solo 23 anni.

Morta Maria Luigia Redoli, la Circe della Versilia

Si è sempre dichiarata innocente - In primo grado a Lucca i due amanti vennero assolti, ma l'appello ribaltò la sentenza con l'ergastolo per entrambi, poi confermato dalla Cassazione. L'arresto definitivo nel settembre 1991. Maria Luigia Redoli si è sempre detta innocente. Ad avvertire le forze dell'ordine di quanto successo nel garage di casa, fu proprio lei, che all'epoca aveva 50 anni, quando rientrò in casa con i figli Tamara e Diego.

La scarcerazione nel 2015 - La donna era stata scarcerata nell'aprile del 2015 e prima, in regime di semilibertà, aveva svolto anche servizio di volontariato fuori dal carcere di Opera dove ha scontato la pena. Dopo aver vissuto qualche anno in Lombardia si era trasferita ad Arezzo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali