FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Stazione Afragola, lʼombra dei rifiuti tossici e la mancanza di autorizzazioni

A dieci giorni dallʼinaugurazione in pompa magna, i Nas hanno chiuso il bar e il parcheggio

Potrebbero esserci dei rifiuti tossici nel sottosuolo della nuova stazione Tav di Afragola, disegnata dall'archistar anglo-irachena Zaha Hadid,inaugurata in pompa magna il 6 giugno scorso come il fiore all'occhiello della Campania, alla presenza del premier Gentiloni e delle autorità locali. La Procura ha inviato i Nas, che hanno già disposto la chiusura della zona parcheggi e del bar per mancanza di autorizzazioni. Nei prossimi giorni potrebbe essere necessario anche qualche carotaggio dei terreni.

Stazione Afragola, la cattedrale nelle campagne napoletane

La Procura ci vuole vedere chiaro e ha disposto un'ispezione in quella che, nel progetto di chi ha voluto la realizzazione di quest'opera, nel 2022 dovrebbe portare milioni di passeggeri verso Reggio Calabria, Puglia e Sicilia. Al momento questa cattedrale nel deserto ha mostrato diverse lacune: mancanza di uscite di sicurezza a norma, dikit per il pronto soccorso, defibrillatori, condizionatori di aria funzionanti e non solo. Come scrive il Corriere del Mezzogiorno, i Nas hanno trovato anche un'auto semi-sotterrata, un rifiuto speciale che certamente non doveva essere smaltito in quell'area.

Nei prossimi giorni verrà vagliata la composizione dei terreni sopra i quali sono state costruite le fondamenta e le opere della stazione, costata quasi 100 milioni di euro e non ancora terminata. Il sospetto è che sotto ci possano essere rifiuti speciali di ogni genere nel sottosuolo di una zona, dove per anni la camorra ha smaltito in maniera illecita tonnellate e tonnellate di rifiuti tossici, come bidoni pieni di amianto, materiali di scarto di lavorazioni industriali di aziende chimiche e farmaceutiche.

Per il momento il bar-ristorante e il parcheggio sono chiusi e quindi chi vuole prendere il treno, in una stazione quasi sempre semideserta a 18 chilometri da Napoli, deve arrivarci a piedi, senza comunque la possibilità di prendere un caffè o fare colazione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali