FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Su Twitter è il giorno di #PrayForItaly

Sulla piattaforma oltre mezzo milione di cinguettii sul sisma: il cordoglio del Papa è il messaggio più condiviso

Durante l'emergenza sismica che ha sconvolto il Centro Italia Twitter è stata una delle piattaforme social più utilizzate dai terremotati e dai soccorritori: i post sulla scossa hanno superato sono stati oltre mezzo milione. L'aggiornamento è stato fornito dai sistemi di ascolto e monitoraggio di Blogmeter. L'hashtag #PrayForItaly è ancora in testa ai trend degli argomenti più "cinguettati", in Italia e nel mondo.

Gli hashtag più usati su Twitter in Italia sono stati finora #terremoto, usato 420.000 volte da oltre 100.000 utenti; #amatrice, usato 40.000 volte; #rieti, 20.000 volte e #accumoli, 15.000 volte.

I tweet più virali quello di Papa Francesco che esprime dolore e vicinanza "a tutte le persone presenti nei luoghi toccati dal terremoto" e quello della Croce Rossa con le indicazioni utili su cosa fare in caso di terremoto.

E proprio il bisogno di indicazioni utili sulla "geografia" del sisma e sul "vademecum" in caso di terremoto ha spinto tanti internauti a rivolgersi anche a Google: fra le domande più ricorrenti al motore di ricerca "cosa fare in caso di terremoto" e "dove si trova Amatrice".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali