FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Palermo, uccide lʼex moglie con un taglierino e ferisce il figlio: arrestato

La vittima, Anna Maria Scavo, si trovava nel negozio di scarpe in cui lavorava come commessa, quando è stata colpita alla gola. Ancora da chiarire la dinamica dellʼomicidio

Un uomo, Marco Ricci, di 41 anni, ha ucciso con un taglierino l'ex moglie, Anna Maria Scavo, commessa di 36 anni, in un negozio di calzature a Carini (Palermo). Il 41enne ha ferito anche il figlio di 14 anni. I vigili del fuoco sono riusciti ad aprire la porta del locale dove l'aggressore si era barricato e i carabinieri l'hanno bloccato. La coppia si era separata ma l'uomo non si era rassegnato alla fine del rapporto.

La vittima si trovava nel negozio di scarpe in cui lavorava come commessa, quando è stata colpita alla gola con un taglierino. Anna Maria Scavo si era rivolta più volte ai carabinieri per denunciare le aggressioni subite dall'uomo.

L'omicidio, però, presenta molti aspetti poco chiari. A cominciare dalla dinamica che i carabinieri stanno tentando di ricostruire. L'adolescente, che si sarebbe trovato nell'esercizio commerciale coi genitori, è stato sentito dagli inquirenti. Ai militari avrebbe detto che il padre avrebbe reagito per difenderlo dall'aggressione della ex moglie. Una specie di legittima difesa che i carabinieri, però, stanno tentando di verificare. Il ragazzo e il padre sono in ospedale a Palermo: entrambi hanno lievi ferite da arma da taglio.

Marito e moglie si erano separati da circa un anno e il figlio viveva a Capaci con l'uomo. Anche i motivi delle liti e delle tensioni tra marito e moglie sono al centro dell'indagine.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali