FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Madre e figlia uccise a Palermo: pirata della strada rintracciato e arrestato

Lʼautomobilista si era subito dopo dato alla fuga, ma un familiare delle vittime era riuscito a prendere il numero di targa e lʼuomo alla guida è stato rintracciato

Un'auto le ha travolte mentre stavano attraversando la strada, alla periferia est di Palermo, uccidendole. Il pirata della strada poi si era dato alla fuga, ma è stato presto individuato dalle forze dell'ordine e arrestato. Le vittime sono madre e figlia: Anna Maria La Mantia, 63 anni, è morta sul colpo, mentre Angela Merenda, 43, è stata portata all'ospedale Civico del capoluogo siciliano, dove è deceduta poco dopo. Il pirata, 35 anni, ha confessato.

Il tragico incidente è avvenuto venerdì sera, quando le due donne erano da poco uscite da una funzione evangelica nella zona di via Fichidindia. La Fiat Punto le ha travolte e uno dei familiari delle vittime ha inseguito la vettura in fuga riuscendo a prendere il numero di targa e allertare le forze dell'ordine.

I carabinieri e gli agenti della polizia municipale si sono subito messi alla ricerca del veicolo e l'auto, con segni evidenti dello scontro, è stata rintracciata un'ora dopo. Il proprietario, Emanuele Pelli, è stato quindi identificato dai militari, che lo hanno accompagnato in caserma dove ha confessato di essere lui l’investitore e di essersi allontanato perché spaventato, avendo la patente scaduta e l'auto senza assicurazione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali