FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Catania, è morto Luca Cardillo, il 23enne che sognava il cinema

Combatteva da tempo contro un tumore maligno alla gamba. La sua raccolta fondi era stata condivisa da Tiziano Ferro e Emma Marrone

Catania, è morto Luca Cardillo, il 23enne che sognava il cinema

Luca Cardillo, 23 anni, si è spento nella sua casa a Giarre. Un osteosarcoma alla gamba, diagnosticato un anno fa, ha ucciso il giovane siciliano che aveva il sogno di diventare un attore. La storia aveva commosso tutta l’Italia da quando, insieme alla sorella, aveva diffuso sul web un video in cui spiegava la lotta contro la malattia. “Forse questo tumore è arrivato per rafforzarmi ancora di più” diceva nel video diffuso sui social.

Il ragazzo è diventato famoso proprio per la sua forza di volontà, che l’aveva spinto a lanciare una raccolta fondi per finanziare le cure negli Stati Uniti. Grazie al contributo di personaggi dello spettacolo come Emma Marrone, Tiziano Ferro e Ermal Meta, era riuscito a raccogliere 98mila euro. Per lui sono stati organizzati concerti e partite di calcio, ma una volta giunto in Texas, i medici hanno deciso di posticipare l’amputazione alla gamba perché ritenevano che l’organismo di Luca non sarebbe riuscito a sopportare l’intervento. 

Ritornato in Italia la sua battaglia non si era fermata, nonostante le sue condizioni continuassero a peggiorare. Ora alla notizia della morte, tanti sono stati i messaggi di solidarietà per Luca.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali