FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Scuola, casi di coronavirus in 400 istituti: 75 chiusure

Le Regioni più coinvolte sono Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Lazio

Coronavirus, mascherine nelle scuole e negli aeroporti

A pochi giorni dalla riapertura sono più di 400 le scuole colpite da almeno un caso di coronavirus e 75 quelle che sono state chiuse. Le Regioni con più istituti coinvolti sono Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Lazio. A Roma le scuole coinvolte sono 19, a Bologna 14, a Milano 13. Nel 76% dei casi i positivi sono studenti e nel 13% docenti. In tutto in Italia ci sono 8mila istituti per 30mila plessi.

A riportare la notizia è il quotidiano Il Sole 24 ore. I dati derivano da un database messo a punto da un giovane ricercatore e da uno studente universitario - Vittorio Nicoletta e Lorenzo Ruffino - che hanno raccolto dalla riapertura della scuola notizie e le ordinanze dei sindaci.  

 

Intanto in alcune scuole si cominciano a provare i test rapidi ad alunni e docenti, come successo oggi ad Anguillara, comune alle porte di Roma. Un esperimento che sarà replicato anche in altri istituti del Lazio. "E' stata buona l'esperienza dei test al liceo Vian di Anguillara - ha detto l'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato -. Tutto si è svolto regolarmente. Presto faremo test a rotazione in tutte le scuole. La priorità è garantire sicurezza nelle scuole".

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali