FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Scegli la bici per andare al lavoro? Il Comune ti paga

Dopo la Francia, questa iniziativa antismog viene lanciata anche a Massarosa, in provincia di Lucca, e partirà entro la fine del 2015.

Scegli la bici per andare al lavoro? Il Comune ti paga

Preferire la bicicletta all'automobile per andare al lavoro, da oggi non solo aiuta l'ambiente, ma può far aumentare il proprio stipendio. Il Comune di Massarosa, in provincia di Lucca, ha proposto un rimborso di 25 centesimi al chilometro per i pendolari che raggiungono l'ufficio in bici. La proposta è stata pensata per diffondere maggiormente la cultura di una mobilità lenta e sostenibile, come spiega l'assessore alla mobilità lenta Stefano Natali.

L'iniziativa partirà a breve in fase sperimentale e coinvolgerà inizialmente un gruppo ristretto di 50 persone, cui verrà fornita un'apposita app per contare i chilometri percorsi e calcolare il rimborso, che può portare nelle tasche dei "lavoratori in bicicletta" fino a 50 euro al mese.

Massarosa segue dunque l'esempio francese. Oltre al provvedimento del ministro dell'ecologia Ségolène Royal di rimborsare i lavoratori che rinunciano ad andare al lavoro in automobile, diventato effettivo in Francia nel settembre scorso, altri paesi d'Europa come il Belgio già prevedono tali rimborsi da più di 10 anni. L'esempio di Massarosa fa sperare che l'esperimento si possa estendere presto ad altri Comuni italiani.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali