FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Olbia, vuole intitolare una scuola alla madre dellʼemiro del Qatar: bufera sul sindaco

Cambio di nome proposto per gratitudine verso gli investimenti della famiglia reale in Sardegna. Ma i concittadini insorgono

Olbia, vuole intitolare una scuola alla madre dell'emiro del Qatar: bufera sul sindaco

Intitolare una scuola alla madre dell’emiro del Qatar, come gesto di riconoscenza per gli investimenti della famiglia reale in Sardegna. La proposta del sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, si è scontrata con reazioni ampiamente negative da parte dei concittadini. In molti chiedono che la scuola, distrutta nell’alluvione del 2013 e ricostruita con donazioni da tutta Italia, sia intitolata alle vittime del disastro.

L’idea del sindaco è stata sottoposta a un sondaggio online del sito di informazione locale Olbia.it: l’esito è stato largamente sfavorevole a Nizzi, e si è accompagnato a critiche sui social network. Il sindaco ha reagito escludendo il sito dalle comunicazioni ufficiali del comune, provocando così l’indignazione di Assostampa e Ordine dei giornalisti regionale. I consiglieri comunali di opposizione si sono imbavagliati in aula per protesta.

Una parte dell’opinione pubblica ritiene che sarebbe più giusto dedicare la scuola a Morgana Giagoni ed Enrico Mazzoccu, i due bimbi di 2 e 3 anni travolti e uccisi dal ciclone Cleopatra il pomeriggio del 18 novembre 2013, mentre rientravano a casa.

Il sindaco ha lanciato la proposta di intitolare la ex scuola “Maria Rocca” a Sheikha Mozah bint Nasser al-Missned durante la visita dell'ambasciatore del Qatar, in Gallura per fare il punto sui lavori dell'ospedale Mater Olbia. Nell’ospedale, l’emirato dovrebbe investire un miliardo di euro, e pochi giorni fa il Qatar ha annunciato un nuovo piano industriale per la compagnia aerea Meridiana.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali