FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Cagliari: evaso e subito catturato Pinna, il killer che uccise due giovani

Il 19enne era rinchiuso nel carcere di Quartucciu (Cagliari), dove scontava una condanna a 20 anni per lʼomicidio di Gianluca Monni e Stefano Masala

E' durata meno di un'ora la fuga di Paolo Enrico Pinna, evaso dal carcere minorile di Quartucciu (Cagliari), dove era rinchiuso per l'omicidio di Gianluca Monni e Stefano Masala. Pinna era stato condannato a vent'anni di carcere per aver ucciso, ancora minorenne, i due giovani in seguito a una banale lite. Il detenuto, che ha compiuto 19 anni, per scappare ha utilizzato anche una scala.

Gianluca Monni, studente di 19 anni, fu ucciso a Orune (Nuoro) l'8 maggio 2015 mentre aspettava di salire sull'autobus che lo avrebbe portato a scuola, mentre di Stefano Masala, 29 anni di Nule (Sassari), si persero le tracce il 7 maggio del 2015, il giorno prima dell'assassinio di Monni. Il corpo di Masala non è mai stato ritrovato.

Monni sarebbe stato ucciso per vendetta, dopo una lite perché Pinna aveva infastidito la sua fidanzata.

Pinna non era in regime di sicurezza, ma detenuto come gli altri giovani che si trovano nelle struttura minorile di Quartucciu (Cagliari). Ha utilizzato una scala per evadere e ha rubato, dopo una colluttazione, un'auto al proprietario di un terreno vicino all'istituto penitenziario. In tutto il Cagliaritano è subito scattata un'imponente caccia all'uomo, con elicotteri e posti di blocco delle forze dell'ordine, conclusa poco dopo con la cattura dell'evaso.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali