FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Cagliari, bimba di 2 anni muore travolta da uno scaffale in un supermarket

Era presente anche il padre della bimba ma sia lui che la madre sono rimasti illesi. La piccola morta sul colpo

Una bambina di 2 anni è morta nel punto vendita Metro alla periferia di Cagliari:  la piccola è stata schiacciata dal crollo di uno scaffale che reggeva centinaia di cartoni per pizze. Immediata la richiesta di soccorsi e l'arrivo di un'ambulanza del 118 e dei carabinieri, ma per la piccola non c'è stato nulla da fare. Era presente anche il padre della bimba ma sia lui che la madre sono rimasti illesi.

Si chiamava Sofia Saddi la bambina morta e che avrebbe compiuto due anni a dicembre: è rimasta schiacciata da un bancale di cartoni per pizza mentre si trovava nel centro all'ingrosso "Metro", nella zona industriale di Elmas (Cagliari).

Il bancale è caduto da uno scaffale da un'altezza di circa quattro metri, forse a causa di una rottura di una parte dello scaffale stesso. La bambina era sul passeggino, accanto a lei a poca distanza il padre e la madre. Nessuno ha potuto fare niente, il pesante materiale ha travolto il pieno il passeggino - anche le ruote si sono spezzate a causa del peso - uccidendo all'istante la piccola. Disperati i genitori, la madre incinta ha accusato un malore ed è stata trasportata in ospedale. La famiglia vive a Sinnai, nell'hinterland cagliaritano.

La direzione del punto vendita "Metro" ha annunciato la chiusura del supermercato all'ingrosso per alcuni giorni.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali