FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Salerno, santone con le finte stigmate accusato di molestie sessuali

A Pomeriggio Cinque la testimonianza di Monica contro Giulio Massa accusato di aver abusato di alcuni minori sudamericani

Pomeriggio Cinque torna a parlare di Giulio Massa, il presunto santone con le finte stigmate, dopo che alcuni testimoni che avevano conosciuto l'uomo a Montecorvino, nel Salernitano, (dove è una vera e propria star) hanno lanciato delle accuse “misteriose” contro il veggente che fino a qualche anno fa si professava un “novello” Padre Pio.

L’uomo è accusato di molestie sessuali su minori sudamericani e non. L’inchiesta su Giulio Massa è ufficialmente partita, la stessa Chiesa da anni indaga su questa figura bizzarra, venerata in tutto il Salernitano. Contro il sedicente santone parla Monica da Castellammare di Stabia: "Due anni fa Giulio Massa ha molestato i miei figli psicologicamente e fisicamente. Ora le prove ci sono. Sono ferita e delusa, ma ringrazio Dio che sta aiutando i miei figli ad uscirne". La donna ha poi aggiunto: “Io non voglio niente, ho vissuto un anno e mezzo d’inferno, noi amavamo Giulio con tutto il cuore, mi fa male dirlo ma avrei preferito che tutto ciò che lui ha detto fosse vero. Purtroppo non lo era, ci ha preso in giro per i suoi sporchi scopi”.

In una recente omelia, lo stesso parroco che, in passato, aveva sostenuto Giulio Massa ha chiesto ai suoi fedeli silenzio e preghiera: “L'Arcivescovo mi ha convocato e mi ha detto che gli sono arrivate prove certe sul caso: video e foto dall'estero e da varie parti d'Italia. Lo stesso presunto veggente mi ha scritto un messaggio giorni fa in cui riconosce i suoi sbagli chiedendo perdono pubblicamente. Preghiamo per la sua conversione".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali