FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Raid Casamonica in bar, una vittima: presa a botte, nessuno mi ha aiutato

Parla la donna che si è ribellata alle prepotenze dei due esponenti dei Casamonica che hanno picchiato il barista e distrutto il locale

"Se il bar non vi piace andate altrove". Sono bastate queste parole per far scattare la furia dei due Casamonica, nel raid contro un bar a Roma. I due uomini hanno picchiato una donna, invalida civile, e il barista, "colpevole" di non averli serviti per primi. Uno dei due "mi ha stretto al collo e preso a calci. Ha fatto il gesto di sfilarsi la cintura ma senza usarla - è il racconto della vittima a Il Messaggero - . Il locale era pieno ma nessuno mi ha aiutato".

"Sono entrata subito dopo quei due. Hanno cominciato a toccare tutto, espositori, caramelle. Poi uno si è girato verso di me e ha insultato i romeni. Dopo le mie parole, hanno preso i miei occhiali da sole, mi hanno spintonato e fatto cadere. Non chiamare la polizia".

"Mi ha sferrato dei calci sul fianco. Mi sono fatta tre settimane in ospedale - ricorda -. Quei due erano ubriachi, forse anche drogati". "Mi sono sentita sola, il bar era pieno di clienti e nessuno ha mosso un dito per aiutarmi".

I Casamonica: "Non sono della nostra famiglia" - Una dura condanna del gesto arriva anche da Nando Casamonica, fratello del capostipite Vittorio. "Conosco i gestori del bar, sono brave persone. Chi ha fatto questo - spiega sempre a Il Messaggero riferendosi ai due aggressori - andrebbe punito. Non sono dei Casamonica, ma se lo fossero a loro bisognerebbe spezzare le gambe".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali