FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bari, la dottoressa violentata denunciò troppo tardi per vergogna: scarcerato lʼaggressore

Il Tribunale del Riesame ha ritenuto il reato improcedibile. La querela doveva arrivare entro sei mesi. La donna fu stuprata nel dicembre 2016 e si rivolse alle autorità solo nove mesi dopo

La dottoressa di Bari violentata mentre era di servizio in una guardia medica ha presentato la denuncia troppo tardi, quindi il presunto aggressore Maurizio Zecca è stato scarcerato. Lo ha deciso Tribunale del Riesame di Bari. Per lui i giudici hanno disposto i domiciliari con braccialetto elettronico per stalking. La violenza risale a dicembre 2016, la denuncia arrivò nove mesi dopo. La donna non denunciò il fatto per vergogna.

I magistrati del Tribunale hanno ritenuto il reato contro il 51enne improcedibile perché, anche se "i fatti in contestazione possono essere valutati come realmente accaduti", la querela andava presentata entro sei mesi dal fatto. Zecca era stato arrestato il 13 novembre.

La donna ha sporto querela soltanto a settembre perché il suo aggressore avrebbe continuato a perseguitarla fino a minacciarla di morte: questo l'avrebbe spaventata al punto da decidere di denunciarlo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali