FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Papa Francesco, stop alla vendita di sigarette in Vaticano

Il divieto partirà dal 2018. "Nessun profitto può essere legittimo se mette a rischio la vita delle persone" ha detto il portavoce

Papa Francesco ha deciso di vietare la vendita di sigarette a dipendenti, religiosi e diplomatici all'interno della Città del Vaticano a partire dal 2018. Benché quello del tabacco sia un business che ha giovato alle casse della Santa Sede, Greg Burke, portavoce vaticano, ha dichiarato che: "Nessun profitto può essere legittimo se mette a rischio la vita delle persone".

"Il motivo della decisione - spiega Burke - è molto semplice: la Santa Sede non può cooperare con un esercizio che danneggia chiaramente la
salute delle persone". Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni anno il fumo è la causa di più di sette milioni di morti in tutto il mondo. "Le sigarette, vendute ai dipendenti e pensionati del Vaticano ad un prezzo scontato, erano fonte di reddito per la Santa Sede. Tuttavia, nessun profitto può essere legittimo se mette a rischio la vita delle persone" conclude il portavoce vaticano.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali