FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Milano, 19enne rifiutò le avance di un tranviere e venne uccisa: confermato l'ergastolo all'uomo

Alessandro Garlaschi si è scusato e ha detto ai giudici: "Se mi fate uscire di prigione lavorerò e risarcirò il danno". La madre della vittima: "Pena troppo lieve"

La Corte d'Assise d'Appello di Milano ha confermato la condanna all'ergastolo con rito abbreviato per Alessandro Garlaschi, il tranviere accusato dell'omicidio di Jessica Valentina Faoro. La 19enne venne uccisa con 85 coltellate il 7 febbraio 2018 nell'appartamento dell'uomo, che aveva offerto una stanza alla giovane in cambio di lavori domestici. La furia di Garlaschi è scattata dopo il rifiuto di lei alle sue avance sessuali.

La madre di Jessica: "L'ergastolo non basta" - "Avergli dato l'ergastolo non è sufficiente per quel che ha fatto". Sono le parole con cui Anna Maria Natella, mamma di Jessica Valentina, Faoro ha commentato la sentenza. "E' stata fatta giustizia e per questo Jessica almeno potrà stare tranquilla. La tristezza c'è sempre - ha aggiunto - e nulla potrà ridarmi quel che ho perso". 

 

Il condannato in aula: "Se mi fate uscire risarcirò" - Alessandro Garlaschi in collegamento video dal carcere, ha chiesto "scusa" per quel che ha fatto e  ha aggiunto rivolgendosi alla corte: "Se mi fate uscire e mi fate ritornare a una vita normale, lavorerò e risarcirò il danno". A riferire delle parole dell'imputato rese con le sue dichiarazioni spontanee durante il processo di secondo grado è il difensore, l'avvocato Francesca Santini,  sottolineando come il suo assistito mancasse "di lucidità".  Il legale, che si è visto respingere la richiesta di una perizia per accertare la capacità di intendere e volere dell'uomo al momento del fatto e la capacità di stare in giudizio ha affermato: "Riproporremo l'istanza in Cassazione. Impugneremo la sentenza dopo aver letto le motivazioni".

 

L'efferato omicidio di Jessica Valentina Faoro a Milano: ergastolo all'assassino

Jessica Valentina Faoro è stata uccisa il 7 febbraio 2014 all'età di 19 anni in un appartamento in via Brioschi, a Milano. A colpirla con un coltello per 85 volte è stato Alessandro Garlaschi la cui furia omicida era scattata dopo un rifiuto alle sue avance sessuali. Garlaschi aveva anche tentato di occultare il suo delitto dando fuoco al cadavere della povera ragazza.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali