FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Marina Conte, la mamma di Marco Vannini: “Martina in aula non mi ha mai guardato”

A Quarto Grado si discute in attesa della super perizia che dirà se il ragazzo poteva salvarsi

La notte del 17 maggio 2015 si rivelò fatale per Marco Vannini. Il ventenne fu ucciso a Ladispoli da un colpo di pistola esploso dal maresciallo della Marina, Antonio Ciontoli, padre della sua fidanzata Martina. La ragazza sembra essere l'unica a sapere la verità in un caso di cui non si conoscono ancora motivazioni né dinamiche, ma la situazione è giunta a un bivio drammatico.

La domanda ora è: Marco poteva salvarsi? Ad attestarlo sarà la perizia che verrà depositata dai medici tra una settimana. La risposta potrebbe cambiare completamente le cose: l’accusa di omicidio volontario con dolo eventuale cadrebbe se fosse accertato che chiamando i soccorsi alle 23.15, orario in cui è partito il colpo, Marco poteva effettivamente salvarsi e condurre in seguito una vita perfettamente normale. Nel frattempo la mamma di Marco parla di Martina, la fidanzata di suo figlio: “Martina in aula non mi ha mai guardato”, come se fosse la ragazza a provare rabbia nei confronti dei genitori di Marco, come se fossero stati loro a distruggere la sua vita.