FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tempo reale

Terremoto, è lutto nazionale: ad Ascoli Piceno i funerali delle vittime, lʼabbraccio di Mattarella ai parenti

Presenti anche il premier Renzi e i presidenti di Camera e Senato, Boldrini e Grasso. Nella notte altre scosse di assestamento

Terremoto, è lutto nazionale: ad Ascoli Piceno i funerali delle vittime, l'abbraccio di Mattarella ai parenti

E' la giornata del lutto nazionale per le vittime del terremoto che ha colpito il Centro Italia. Ed è anche il giorno dei primi funerali, quelli delle vittime di Arquata del Tronto e di Pescara del Tronto: le esequie si sono svolte ad Ascoli Piceno, alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella (che prima ha visitato Amatrice), e del premier, Matteo Renzi. Nella notte, intanto, sono continuate le scosse. Il bilancio delle vittime sale a 291.

  • Migliorano lievemente le condizioni del titolare dell'hotel Roma

    Migliorano lievemente, pur restando sempre molto critiche, le condizioni di Alessio Bucci, 38 anni, titolare dell' hotel Roma di Amatrice, rimasto coinvolto nel crollo dell'albergo a causa del sisma e ricoverato al San Salvatore dell'Aquila. In una nota dell'Asl Avezzano Sulmona L'Aquila si legge che "gli ultimi esami di laboratorio, effettuati sull'uomo, hanno dato responsi incoraggianti".

  • Esequie delle vittime, le parole del vescovo

  • Crepe sul sentiero, sconsigliate escursioni sui Sibillini

    Visto che lo sciame sismico non si arresta, alcuni esperti di escursioni in alta quota sconsigliano di frequentare l'area e i sentieri che portano al lago di Pilato, e le creste meridonali dei Sibillini. C'è il rischio che scivolino a valle rocce instabili o aree ghiaiose. Alcune foto postate sui social mostrano ad esempio una grande crepa che si è aperta nel tratto di sentiero che da Forca di Presta conduce al Monte Vettore.

  • Lo strazio dei parenti accanto alle bare dei propri cari

  • Berlusconi: "Vicino alle famiglie delle vittime, ora è il momento dell'unità"

    "Di fronte alla tragedia che ha colpito le popolazioni di diversi comuni dell'Italia centrale, non ci sono parole adatte, ma solo il cordoglio, la solidarietà, la preghiera. Sono vicino con il cuore alle vittime, ai feriti, ai loro famigliari e a tutti coloro che hanno perso la propria casa e i propri beni". Lo afferma Silvio Berlusconi in una nota. "Questo - aggiunge - è il momento dell'unità per assicurare la massima efficacia degli interventi". Leggi l'articolo

  • In campo 6.120 soccorritori, 2.500 persone assistite

    Nei territori colpiti dal terremoto, sono 6.120 le forze messe in campo tra gli appartenenti alle diverse strutture operative, ai centri di competenza tecnica scientifica e alle aziende erogatrici di servizi essenziali. A questi si aggiunge tutto il personale delle amministrazioni statali e di quelle delle aree colpite dal sisma, nonché quello delle colonne mobili attivate dalle altre regioni per portare aiuto. E' il punto sulle forze in campo reso noto dal Servizio nazionale della Protezione civile. Le persone assistise sono circa 2.500, ospitate nei 49 campi e strutture allestiti.

  • Sulla bara della bimba morta il messaggio del soccorritore: "Abbiamo fatto il possibile per salvarti"

    "Ciao piccola, ho solo dato una mano a tirarti fuori da quella prigione di macerie. Scusa se siamo arrivati tardi, purtroppo avevi già smesso di respirare, ma voglio che tu sappia da lassù che abbiamo fatto tutto il possibile per tirarvi fuori da lì". E' la commovente lettera scritta da uno dei soccorritori - forse un vigile del fuoco che si è firmato "Andrea" con un cuoricino accanto - e lasciata sulla bara di Giulia, la bambina di 11 anni morta per il terremoto a Pescara del Tronto. Leggi l'articolo

    La lettera del soccorritore alla piccola Giulia: "Scusaci"

  • Protezione civile: sale a 291 morti il bilancio delle vittime

    A seguito del decesso dell'uomo ricoverato presso l'ospedale di Perugia e proveniente da Arquata, il bilancio delle vittime del terremoto del centro Italia, comunicato dalle Prefetture di Rieti e Ascoli Piceno, è salito al momento a 291: 230 ad Amatrice, 11 ad Accumoli e 50 ad Arquata del Tronto. Lo rende noto la Protezione civile.

  • Grasso: "Fare in fretta primi lavori perché arriverà il freddo"

    I tempi della ricostruzione nei Comuni del Centro Italia colpiti dal terremoto "devono essere rapidi perché presto arriverà il freddo". Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso, annunciando la disponibilità a un'apertura anticipata di Palazzo Madama "per valutare provvedimenti ad hoc e discutere sulla programmazione". "Apprendere che qui c'erano una scuola ristrutturata e un ospedale che non ha retto riempie di rabbia", ha aggiunto.

  • Bertolucci: "Serve un segnalo chiaro per mettere in sicurezza le case"

    "Ci vuole un segnale chiaro" che solleciti in Italia l'urgenza di mettere in sicurezza case ed edifici pubblici. Lo ha detto il presidente della Commissione Grandi Rischi, Sergio Bertolucci. "Il rischio sismico c'è, ma il danno che viene da quel rischio può essere cambiato di un fattore enorme".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali