FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Maltempo, alberi su auto e case in Emilia Romagna e strade allagate in Toscana: a Roma oltre 100 segnalazioni

Disagi a causa delle nevicate in Trentino e in Alto Adige, mentre la Regione Marche è flagellata da forti raffiche di vento

Maltempo, alberi su auto e case in Emilia Romagna e strade allagate in Toscana: a Roma oltre 100 segnalazioni - foto 1
Facebook

Prosegue l'ondata di maltempo sull'Italia con temporali, venti forti e neve, anche a bassa quota.

I fenomeni continueranno a interessare in prevalenza le regioni del Nord e del Centro-Nord. Forti raffiche di vento si sono registrate in Emilia Romagna, dove è stata diramata un'allerta meteo e nelle Marche. Disagi anche in Toscana, con strade allagate nel Pisano a causa dell'intensa mareggiata, e in Alto Adige a causa delle abbondanti nevicate. A Roma oltre 100 segnalazioni di alberi caduti per il vento.

 

Emilia Romagna

 Sono circa 350 le richieste di intervento ricevute fin da questa notte ai Vigili del Fuoco a causa del forte vento che sta soffiando sull'Emilia-Romagna. Le segnalazioni riguardano soprattutto alberi o rami caduti sulla sede stradale, insegne pericolanti, tettoie divelte e comignoli pericolanti. Al momento le maggiori criticità si registrano nelle provincie di Rimini e Forlì-Cesena. In particolare, nel Riminese sono stati 150 gli interventi compiuti dai pompieri e una settantina quelli registrati nel Forlivese e nel Cesenate. L'Arpae e la Protezione Civile regionale avevano disposto, nelle scorse ore, una allerta di colore arancione proprio per il forte vento su diverse aree dell'Emilia-Romagna oltre a una allerta rossa, per la giornata di oggi, per il rischio di frane, ruscellamenti e piene dei fiumi nella pianura reggiana e parmense. A Riccione si segnalano alberi caduti su abitazioni, automobili e strade. Gli alberi caduti di proprietà pubblica sono circa una decina mentre numerose altre piante di proprietà privata sono crollate nei diversi quartieri cittadini: gli interventi complessivamente sono stati circa una settantina. In particolare in viale Adamello un grosso albero è caduto contro un'auto e un palazzo mentre in viale Catalani un enorme pino si è sradicato finendo su un'auto e provocando una temporanea fuga di gas.

 

Marche

 Forte raffiche di vento anche nelle Marche dove sono già 170 gli interventi svolti per alberi o rami caduti sulla sede stradale, insegne pericolanti, tettoie divelte e comignoli crollati. Nella serata di ieri una quercia, caduta lungo la SP 25 a Cingoli, in provincia di Macerata, su un'auto in transito, è stata rimossa con l'autogru dai vigili del fuoco. Intanto sono decine gli interventi per rami e piante cadute sulle strade e per grondaie e cornicioni pericolanti. Un centinaio le chiamate nel Maceratese per vari disagi causati dal forte vento. Nel Fermano, tra gli interventi, quello per le fiamme divampate a Falerone su un traliccio: il fuoco ha interessato il sezionatore a gas di linea Enel collegata a un impianto fotovoltaico. Il vento continua a soffiare su tutte le province marchigiane ma non sono segnalate, invece, precipitazioni rilevanti.

 

Trentino Alto Adige

 Caos neve in Tirolo e in Alto Adige, spaccato in due, con 30 centimetri di neve al Brennero e più a sud pioggia anche in quota. Sul versante nord della cresta di confine, in Austria, nelle scorse ore sono caduti fino a 60 centimetri di neve, causando chiusure e ritardi non solo sulle strade ma anche per i collegamenti ferroviari. In Tirolo 4.000 utenze attualmente sono senza corrente elettrica. L'Alto Adige si presenta invece diviso: a nord con l'arrivo dell'aria fredda dall'Austria la neve scende fino a quote basse, mentre a sud - a causa della corrente calda che spinge dall'Italia - piove fino a 1500-2000 metri. Con il passare delle ore i fenomeni si esauriranno nelle valli grazie all'arrivo del Föhn, mentre in montagna continueranno. Così il bollettino meteo della Provincia di Bolzano. La Protezione civile ha emesso un avviso di allerta gialla in Trentino, attraversato in queste ore dalla perturbazione atlantica che sta provocando precipitazioni diffuse e intense sul territorio. Il maltempo che ha investito il Trentino sta causando allagamenti e smottamenti che hanno comportato la chiusura di alcune strade ora in fase di riapertura. Nelle ultime ore sono stati gestiti circa 70 eventi mediamente distribuiti su tutto il territorio provinciale.

 

Toscana

 "A Marina di Pisa, dove ci sono mareggiate e raffiche a 112km/h, l'acqua del mare è entrata nelle strade provocando allagamenti. Interventi in corso per alcuni alberi caduti per il forte vento". Lo comunica su Facebook il presidente della Toscana Eugenio Giani. "Precipitazioni localmente intense hanno portato all'aumento dei livelli dei fiumi, alcuni sopra il primo livello come Magra, Ema, Lamone e Arno a Stia, ma senza criticita", conclude Giani. Disagi dovuti anche al forte vento, con raffiche fino a 125km/h, e forti mareggiate sulla costa con onde sopra i 3 metri, che hanno causato allagamenti a Marina di Pisa e danni nel Livornese e in Versilia. Cancellati alcuni traghetti con le isole dell'Arcipelago toscano. Neve in Val di Luce e sui crinali dell'Appennino.

 

Nella Capitale oltre 100 segnalazioni di alberi caduti

 Alberi e rami caduti a Roma, interessata dal vento forte. Oltre cento le segnalazioni arrivate finora da varie zone della città. Sul posto vigili del fuoco e polizia locale per la messa in sicurezza e la viabilità. Al momento non risulterebbero feriti. Tra gli episodi, in via Perevagno, in zona Aurelia, due alberi secolari sono caduti in strada danneggiando un'auto in sosta.

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali