FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Scontri No-Expo a Milano: 10 arresti in Italia e allʼestero

Le persone finite in manette sono ritenute responsabili delle devastazioni del 1° maggio nel capoluogo lombardo

Alle prime luci dell'alba, la polizia ha arrestato a Milano e all'estero 10 persone, ritenute tra i responsabili delle devastazioni avvenute nel capoluogo lombardo durante la manifestazione "No-Expo" del 1° maggio. In manette sono finiti cittadini italiani e stranieri accusati di devastazione e saccheggio, resistenza a pubblico ufficiale aggravata e travisamento. Altre persone sono indagate in stato di libertà per gli stessi reati.

Scontri No-Expo a Milano: 10 arresti in Italia e all'estero

I destinatari sono cinque giovani milanesi appartenenti alla locale area anarco-squatter-antagonista, già noti agli agenti della Digos milanese e 5 anarchici greci. A questi si aggiungono cinque indagati a piede libero per i medesimi reati: tre milanesi, un comasco e un greco.

Le ordinanze, emesse dal gip Donatella Banci Bonamici, sono il frutto di una lunga e indagine durante la quale gli investigatori hanno visionato, analizzato e comparato oltre 600 Gb di materiale fotografico e video inerente il giorno della manifestazione.

"Sono stati estrapolati centinaia di fotogrammi - spiega la questura di Milano - evidenziando ogni più piccolo dettaglio utile a individuare e identificare gli autori dei reati di devastazione, saccheggio, resistenza aggravata e travisamento. Sono stati quindi isolati i comportamenti dei singoli soggetti riuscendo ad attribuire ad ognuno le specifiche azioni penalmente rilevanti compiute".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali