FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Maxi-rissa tra minori nel Varesotto: 17 provvedimenti cautelari

Lo scontro, l'8 gennaio a Gallarate, era stato organizzato sui social da due gruppi di giovanissimi rivali

La polizia ha eseguito 17 provvedimenti cautelari a carico di ragazzi per la maggior parte minorenni, accusati di una maxi-rissa l'8 gennaio a Gallarate, in provincia di Varese. Un quattordicenne era rimasto ferito dopo aver preso parte alla rissa "organizzata" sui social da due gruppi di giovanissimi "rivali". Almeno un centinaio i presenti alcuni dei quali armati di bastoni e catene.

 

 

 

Nell'operazione sono coinvolti 15 minorenni e due maggiorenni: per 7 è stata disposta la permanenza a casa con divieto di comunicare con
qualsiasi mezzo, per altri 8 una serie di prescrizioni (tra cui obbligo di rientrare al domicilio entro le 19). Il procuratore dei minori di Milano, Ciro Cascone, in una nota, ha definito l'episodio "una vera e propria rissa che ha rasentato la guerriglia urbana".

 

Nei giorni successivi alla maxi rissa, le indagini degli agenti della Squadra Mobile della Questura di Varese e del commissariato di Gallarate avevano portato all'individuazione di una decina di giovani. Si tratta di ragazzi di età compresa tra i 14 e i 18 anni, italiani, albanesi e nigeriani, residenti tra Gallarate, Cassano Magnago e Varese e Malnate, in provincia di Milano.

 

Oltre alle mazze da baseball e alle catene utilizzate durante la rissa, gli investigatori avevano trovato e sequestrato un borsone con pietre, mazze e un coltello da cucina.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali