FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Farnesina: "Micalizzi sta per rientrare in Italia"

Il fotoreporter milanese, ferito al volto e alle braccia dalle schegge di un missile in Siria, sta meglio e non perderà la vista

Farnesina: "Micalizzi sta per rientrare in Italia"

Sta per tornare in Italia Gabriele Micalizzi, il fotoreporter rimasto ferito in Siria l'11 febbraio. Lo fa sapere la Farnesina, precisando che sarà presto a Milano. "L'operazione di rimpatrio sanitario - si legge su un tweet del Ministero degli Esteri - è stata coordinata dall'unità di crisi e resa possibile grazie a un volo dell'Italian Air Force". Il 35enne era stato colpito al volto dalle schegge di un razzo mentre era sul fronte di guerra a Baghuz, nella zona di Deir Ezzor.

Gabriele lascerà presto l'ospedale militare di Baghdad, dove è stato seguito da un'equipe medica che si è occupata delle lesioni riportate al volto e alle braccia. Il fotografo fa parte del collettivo CesuraLab del quale è socio fondatore. Gli amici e colleghi hanno seguito a distanza la sua vicenda. "Abbiamo parlato nuovamente al telefono con lui e ci ha confermato di stare bene, di essersi alzato e di vedere da entrambi gli occhi anche se in maniera ancora offuscata" - avevano riferito dando la notizia tanto sperato che non avrebbe perso la vista da un occhio

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali