FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bergamo, i bambini giocano in strada: il sindaco la chiude al traffico

La decisione del primo cittadino di Vilminore di Scalve: stop alle auto dalle 20 alle 22 nei mesi estivi

Bergamo, i bambini giocano in strada: il sindaco la chiude al traffico

Il sindaco di Vilminore di Scalve (Bergamo), Pietro Orrù, ha deciso di chiudere al traffico un'intera strada per permettere ai bambini di "giocare tutti insieme, senza particolari rischi dettati dalla presenza di automobili". Lo stop alle vetture si estenderà per tutti i mesi estivi e sarà in vigore dalle 20 alle 22. L'iniziativa è soltanto l'ultima di una serie di misure che comprendono anche i "parcheggi rosa" per donne incinte e famiglie con bimbi fino ai due anni.

Tempo fa il Comune aveva inoltre posizionato una serie di cartelli a ogni via d'accesso al Comune in cui si "avvertono" i turisti: "In questo paese i bambini giocano ancora per strada".

Come riporta L'Eco di Bergamo, il sindaco ha deciso lo stop al traffico dopo varie richieste da parte di alcune famiglie. "Abbiamo pensato potesse essere una buona idea mettere in sicurezza tutta l'area", ha dichiarato Orrù. "Ovviamente i residenti potranno passare con le loro auto per tornare a casa. Solo chiediamo loro di fare più attenzione del solito", ha aggiunto.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali